SANTITÀ E ISTERIA. IL CASO DI SANTA GEMMA GALGANI

Quaderno 3680

pag. 117

Anno 2003

Volume IV

Nel primo centenario della morte di santa Gemma Galgani (1878-1903), è stata riesumata la vecchia accusa di isteria a proposito della sua vicenda interiore e dei fenomeni mistici che l’hanno contraddistinta. Lo psichiatra veronese V. Andreoli, pur riconoscendo la santità di Gemma, non ha esitato a definirla isterica e folle come altre grandi mistiche. L’articolo discute la tesi generale dell’Andreoli e, alla luce delle testimonianze storiche, mostra che le caratteristiche della personalità isterica non si ritrovano in Gemma, la cui esperienza è perfettamente interpretabile con quei criteri teologici che non escludono il contributo della scienza.

Acquista il Quaderno