RICONVERSIONI E «STATUS» DELLE CASTE INVENTARIATE

Quaderno 3962

pag. 177

Anno 2015

Volume III

In India, i dalit (caste inventariate) sono stati sottomessi, da un punto di vista socio-economico, dai membri delle caste superiori, e costretti a fare lavori umili dalle prescrizioni di casta. Come protesta contro la discriminazione, centinaia di loro hanno abbracciato altre religioni. Il cristianesimo continua a essere un’opzione che attrae molti dalit. È stata questa attrazione verso il cristianesimo da parte delle comunità emarginate che ha irritato i membri delle caste superiori in India. Ma il partito e i suoi rappresentanti hanno dato vita al programma Ghar Wapsi («Ritorno a casa»), per riportare i convertiti all’induismo originario, con lusinghe e promesse di riservare loro posti di lavoro e di rappresentanza.

Acquista il Quaderno