RELIGIONI E IMPEGNO PER IL CLIMA TRA L’ENCICLICA «LAUDATO SI’» E LA CONFERENZA DI PARIGI

Quaderno 3973

pag. 30 - 44

Anno 2016

Volume I

Già prima dell’apertura della Conferenza di Parigi sul clima, altre voci religiose si sono unite a quella di Papa Francesco per chiedere un accordo internazionale giusto e vincolante sul controllo dei cambiamenti climatici. Non si era mai verificato, prima di allora, un consenso fra tanti capi religiosi per un imperativo morale com’è quello auspicato sul cambiamento climatico. Ai vescovi cattolici si sono affiancate voci ecumeniche, musulmane, ebree, buddiste, indù e interreligiose.

Questo articolo analizza le dichiarazioni recenti di quei vari gruppi, successive alla Laudato si’, ne osserva le caratteristiche e la possibile efficacia.

Acquista il Quaderno

«LAUDATO SI'»

«Che tipo di mondo desideriamo trasmettere a coloro che verranno dopo di noi, ai bambini che stanno crescendo?». Questa è la domanda che vive al cuore della Lettera enciclica di Papa Francesco Laudato si’. Sulla cura della casa comune, pubblicata...

Luci e ombre sulla Cop21

La Conferenza di Parigi sul clima (Cop21), che si è svolta nel dicembre scorso e a cui hanno partecipato i rappresentanti di 195 Paesi, si è conclusa positivamente, con il successo del lungo lavoro organizzato dall’Onu sul futuro del clima....