RAISSA MARITAIN: DALLA CONTEMPLAZIONE MISTICA ALLA POESIA

Quaderno 3635

pag. 435

Anno 2001

Volume IV

Raissa Maritain è stata una «contemplativa per le strade» come amava chiamarsi, secondo il suggerimento del marito Jacques. Ma è stata dotata anche del dono poetico, grazie al quale ha potuto trasfondere nelle sue liriche tutta la ricchezza e la profondità della sua anima. Nell’articolo si espone brevemente la sua concezione della poesia; della sua opera poetica — che nasce da due elementi: la pienezza del cuore e il bisogno-dovere di comunicare quanto Dio le rivela — si indicano le caratteristiche e le tematiche, e si analizzano alcuni testi di particolare rilievo, primo fra tutti Transfiguration, il quale esprime il vedere oltre le apparenze, nello sfondo della Risurrezione.

Acquista il Quaderno