QUANDO LA POESIA DIVENTA PREGHIERA. UN PERCORSO ANTOLOGICO

Quaderno 3864

pag. 531

Anno 2011

Volume II

Il rapporto tra preghiera e poesia è stato investigato in molti modi attraverso raccolte, riflessioni, indagini. L’articolo si concentra sulla domanda fondamentale se la poesia possa essere preghiera e su come essa lo possa diventare. La poesia si trasforma in preghiera nel momento in cui si apre a Dio, il quale può essere presente anche come «assente», calco vuoto di una presenza irriconoscibile. Ma anche nel caso di poeti credenti, possiamo leggere poesie le quali sono preghiere a Dio che si sa essere presente, ma che si sperimenta silenzioso. Attraversare questa landa desolata di silenzio alla fine può condurre a un urlo che invoca l’irruzione di Dio nella propria vita. E sono tale irruzione e il riconoscimento di Dio come presenza ad aprire l’animo alla lode.

Acquista il Quaderno