PATERNITÀ DI DIO E AMORE DEL PROSSIMO

Quaderno 3622

pag. 347

Anno 2001

Volume II

La paternità di Dio, rivelata da Gesù, è il fondamento della vita morale del cristiano, che nel suo agire deve manifestare il volto del Padre. Analizzando i testi di san Matteo e di san Luca sull’amore dei nemici e sul riferimento di questo al Padre, si discute, anche attraverso il confronto fra il testo greco e quello latino, sul senso originario delle parole pronunciate da Gesù in aramaico. Si conclude con l’osservazione circa la perfezione del Padre che il cristiano deve imitare. L’Autore è professore emerito di Teologia dogmatica all’Università Gregoriana (Roma).

Acquista il Quaderno