PAROLA E IMMAGINE. LA LETTERATURA AL TEMPO DEI «MEDIA»

Quaderno 3764

pag. 120

Anno 2007

Volume II

L’articolo intende esplorare il terreno della letteratura «contaminata» da cinema e televisione, che, a sua volta, «contamina» le espressioni visive. Si affronta il tema delle «traduzioni» reciproche tra parola e immagine o, in particolare, tra romanzo e film. Si nota inoltre come i media in genere stiano creando nuovi generi di scrittura, influenzando l’immaginario e persino talvolta rimodellando le abilità e i processi creativi. Ci si domanda: dove condurrà questa tensione, certamente più tribale e primitiva, alla liberazione dall’autorità del «testo»?

Acquista il Quaderno