MUSICA E GESUITI. DAL CARISMA DEGLI INIZI ALLE SFIDE DELLA STORIA

Quaderno 3869

pag. 373

Anno 2011

Volume III

3 settembre 2011

Sant’Ignazio di Loyola, pur avendo una sensibilità musicale, riteneva che la missione della Compagnia richiedesse, nella vita comunitaria, forme liturgiche semplici; nell’ambito apostolico, invece, adottava il criterio dell’adattamento alla situazione del luogo. L’articolo tiene conto di un recente volume che raccoglie notizie su 630 gesuiti, dal Cinquecento a oggi, attivi nel campo della musica. Negli antichi collegi la pratica musicale era indirizzata a scopo educativo; nei Paesi di missione si cercava, invece, di entrare anche attraverso la musica nella cultura dei diversi popoli. Oggi il rapporto fra i gesuiti e la musica è aperto: non mancano lavori di ricerca musicologica e composizioni per le comunità cristiane. L’Autore è segretario regionale per l’Italia nella Curia generalizia.

Acquista il Quaderno