«MIO PADRE ERA UN FORESTIERO». L’INSEGNAMENTO BIBLICO SUI MIGRANTI

Quaderno 3984

pag. 548 - 562

Anno 2016

Volume II

La crisi odierna dei migranti ci appare drammatica, perché abbiamo perso la memoria delle nostre origini. E non sappiamo affrontarla adeguatamente, perché non ci lasciamo guidare dalla parola di Dio, che ci chiede di identificarci con i senza terra.

Infatti solo chi vive spiritualmente la condizione dell’immigrato avrà il cuore preparato ad accogliere lo straniero che viene a chiedere ospitalità. Egli saprà poi attuare in maniera creativa le normative che il Signore richiede per il forestiero: condivisione delle risorse economiche, tutela giuridica e progressiva integrazione, così da creare un comune apprezzamento per i valori della gratuita benevolenza.

Acquista il Quaderno