L’UNITÀ DELL’EUROPA IN UN SAGGIO DI ISAIAH BERLIN

Quaderno 3648

pag. 569

Anno 2002

Volume II

L’articolo riprende un saggio nel quale I. Berlin, all’indomani della Shoah, esaminava le radici remote della dissoluzione dell’unità culturale dell’Europa. Del saggio si danno qui le linee portanti. Si mette in luce specialmente l’evento culturale che, trasposto sul piano politico, condusse, secondo il Berlin, alla distruzione dell’unità europea. Si discute la tesi del noto filosofo inglese, che, nella ricostruzione dei valori oggettivi in Europa, non assegna alcun posto al cristianesimo. Si conclude affermando che, su taluni punti, quella tesi è testimonianza di un’epoca piuttosto che previsione degli attuali sviluppi culturali.

Acquista il Quaderno