LO STATO ISLAMICO E LA STABILIZZAZIONE DELLA LIBIA

Quaderno 3983

pag. 454 - 468

Anno 2016

Volume II

La presenza dello Stato Islamico in Libia costituisce un grande pericolo non solo per il Paese, ma anche per l’intero continente africano. Nel tentativo di bloccare l’avanzata dell’Isis in Maghreb e in Africa, la comunità internazionale negli ultimi mesi si è molto impegnata per stabilizzare la Libia. Il Governo voluto dall’Onu si è già insediato a Tripoli, ma finora non ha ricevuto la fiducia del Parlamento di Tobruk.

Ora, per combattere efficacemente lo Stato Islamico è necessario innanzitutto ripristinare l’autorità del potere statale in tutto il Paese: se si raggiungesse questo obiettivo, il terrorismo, il problema dei migranti e il controllo del petrolio potrebbero essere affrontati e gestiti con più efficacia e determinazione. 

Acquista il Quaderno

GLI ATTENTATI PARIGINI DEL 13 NOVEMBRE E LA STRATEGIA DI AZIONE DELL'ISIS

Per comprendere il significato degli attentati di Parigi della notte del 13 novembre 2015 — quando tre squadre di terroristi hanno sferrato attacchi allo Stade de France, alla sala di concerti Bataclan e in diversi bistrots e caffè della città,...

L'ISIS E LA TATTICA DELLA SPETTACOLARIZZAZIONE DELLA VIOLENZA

I recenti orrori compiuti dall’Isis in nome della guerra santa e la nuova tattica adottata dai terroristi del presunto califfato — che sintetizziamo nella tattica della spettacolarizzazione della violenza — fanno pensare a una nuova stagione della lotta jihadista. Questa...