L’IMMAGINARIO AFRICANO DELL’OCCIDENTE. TRA RISENTIMENTO E SEDUZIONE

Quaderno 3726

pag. 483

Anno 2005

Volume III

17 settembre 2005

L’articolo analizza il fenomeno dell’immigrazione clandestina di giovani africani in Europa. Essi sono mossi fondamentalmente dal desiderio di sfuggire a una situazione senza futuro e di realizzarsi altrove, e per questo affrontano sacrifici e rischi enormi, ma sono animati anche da una voglia di rivincita sugli antichi colonizzatori. Rimane tuttavia difficile la loro integrazione nella nuova realtà, anche a causa di una globalizzazione che li emargina. In ogni caso non va dimenticato che i cittadini africani non sono sempre vittime di un sistema che li schiaccia contro la loro volontà: nel Camerun, ad esempio, la corruzione è favorita dall’impunità, ma sopravvive anche perché i camerunesi vi partecipano. Allora sognare il paradiso altrove è una fuga dalle responsabilità. L’Autore, camerunese, prepara il dottorato in Antropologia sociale all’Università di Oxford, in Gran Bretagna.

Acquista il Quaderno