L’IMMAGINARIO AFRICANO DELL’OCCIDENTE. TRA RISENTIMENTO E SEDUZIONE

Quaderno 3726

pag. 483

Anno 2005

Volume III

L’articolo analizza il fenomeno dell’immigrazione clandestina di giovani africani in Europa. Essi sono mossi fondamentalmente dal desiderio di sfuggire a una situazione senza futuro e di realizzarsi altrove, e per questo affrontano sacrifici e rischi enormi, ma sono animati anche da una voglia di rivincita sugli antichi colonizzatori. Rimane tuttavia difficile la loro integrazione nella nuova realtà, anche a causa di una globalizzazione che li emargina. In ogni caso non va dimenticato che i cittadini africani non sono sempre vittime di un sistema che li schiaccia contro la loro volontà: nel Camerun, ad esempio, la corruzione è favorita dall’impunità, ma sopravvive anche perché i camerunesi vi partecipano. Allora sognare il paradiso altrove è una fuga dalle responsabilità. L’Autore, camerunese, prepara il dottorato in Antropologia sociale all’Università di Oxford, in Gran Bretagna.

Acquista il Quaderno