L’ETICA MEDICA E IL FINE VITA

Quaderno 3874

pag. 325

Anno 2011

Volume IV

I progressi tecnologici e farmacologici hanno così profondamente mutato il rapporto tra medico e paziente che ci si sente sempre meno «pazienti» e sempre più clienti, mentre il medico non è più considerato una figura sacrale, ma un semplice professionista della salute. Una legge sul fine vita attende di essere approvata dal Senato per colmare il vuoto legislativo sul tema, cercando di regolare i tre grandi princìpi dell’etica medica: l’alleanza terapeutica, il consenso informato e le «dichiarazioni anticipate di trattamento» (Dat). Il Ddl, che è argine alle derive eutanasiche, attribuisce al medico un ruolo rinforzato, ma limita l’autonomia del paziente, ormai riconosciuta in tutti i principali ordinamenti.

Acquista il Quaderno