L’ERITREA TRA UNA PACE INCERTA E TENDENZE AUTORITARIE

Quaderno 3734

pag. 188

Anno 2006

Volume I

Le elezioni svoltesi in Etiopia nel maggio dello scorso anno, dalle quali il premier M. Zenawi è uscito indebolito, offrono l’occasione per ripercorrere gli avvenimenti che hanno caratterizzato i difficili rapporti tra Etiopia ed Eritrea. Quest’ultima, federata dal 1962 con l’Etiopia, fu di fatto ridotta a una sua provincia: ma una lunga lotta di liberazione, favorita anche dalla caduta del regime marxista etiopico di H. Menghistu, le ha dato nel 1993 l’indipendenza sotto la guida di I. Afwerki. Dopo un breve periodo di relativa calma e di un certo progresso economico, nel 1998 scoppiò una nuova sanguinosa guerra con l’Etiopia, conclusa con la pace di Algeri del dicembre 2000. Da allora, nonostante l’intervento delle Nazioni Unite, la situazione è rimasta tesa e non è stata ancora definita la questione dei confini.

Acquista il Quaderno