L’EREDITA’ DI GIUSEPPE LAZZATI NEL CENTENARIO DELLA NASCITA

Quaderno 3823

pag. 3

Anno 2009

Volume IV

Lo scorso 22 giugno ricorreva il centenario della nascita di Giuseppe Lazzati: uomo di grande fede, studioso di letteratura cristiana antica, giornalista «in prestito» ma autorevole, politico «suo malgrado» ma di valore — anche tra i padri della Costituente —, modello esemplare dell’impegno laicale cattolico «nella Chiesa ma per il mondo». L’articolo presenta dettagliatamente questa ricca eredità basandosi sulla più recente bibliografia e il calendario degli eventi in programma. Con l’espressione «costruire la città dell’uomo a misura d’uomo» sembra più facile — diceva Lazzati — cogliere il significato e il valore di un impegno al quale ogni uomo non può sottrarsi senza diminuire il senso del proprio essere uomo. Guidato dall’ispirazione che aveva orientato tutta la sua vita, nel testamento sintetizza così le sue ultime volontà: «Accettare il genere di morte che al mio Signore piacerà mandarmi».

Acquista il Quaderno