LEONARDO SCIASCIA. TRA VOLTAIRE E PASCAL

Quaderno 3872

pag. 107

Anno 2011

Volume IV

Nella ricorrenza del novantesimo anniversario della nascita di Leonardo Sciascia, in dibattiti e interventi critici, si è discusso sulla sua attività e validità. L’articolo affronta la questione analizzando le opere più significative dello scrittore. Sì, Sciascia è attuale e valido sotto vari aspetti; è doveroso però notare, in varie sue opere, zone oscure, poco convincenti, inficiate di pessimismo, radicalismo ideologico, intemperanza. Ha confessato di «vivere religiosamente» e di non essere «né ateo né credente». In realtà, si è mosso tra Voltaire e Pascal, spostandosi, negli ultimi anni, verso quest’ultimo.

Acquista il Quaderno