«LE ULTIME TROMBE»? UNO SGUARDO ALLA 56A BIENNALE D’ARTE DI VENEZIA (2015)

Quaderno 3968

pag. 132

Anno 2015

Volume IV

Anche la 56a Biennale fa parlare di sé, a iniziare dal titolo: All the World’s Futures. Quest’anno, Okwui Enwezor, curatore dell’Esposizione, pone l’arte di fronte al compito di affrontare il futuro del mondo, guardando alle fratture più profonde del nostro tempo, con le conseguenze drammatiche che ne derivano: l’avidità e la violenza, l’oppressione politica, lo sfruttamento economico, i profughi e le migrazioni. Che cosa può dirci l’arte? Rispondono 139 artisti di 53 nazioni diverse. Attraverso un forum di confronti permanenti, di letture provocanti, di comunicazioni e interazioni, la Biennale ci interroga con le sue oscurità e la sua luce.

Acquista il Quaderno

IL PADIGLIONE DELLA SANTA SEDE ALLA 56 BIENNALE DI VENEZIA

Com’era accaduto in occasione della 55a Biennale di Venezia (cfr Civ. Catt. 2013 IV 183-189), anche nella 56a edizione il padiglione della Santa Sede è stato allestito con opere di autori che traggono ispirazione dalle pagine della Bibbia. «In principio......