LE FILIPPINE ALLE SOGLIE DELL’INDIGNAZIONE

Quaderno 3924

pag. 580

Anno 2013

Volume IV

Le Filippine recentemente sono state colpite da una grave sciagura: il ciclone Haiyan / Yolanda, che ha distrutto numerose regioni. Qui viene esaminata la situazione generale del Paese, ripercorrendo innanzitutto la pista politica, e soffermandosi sul problema della corruzione, che è di gran lunga quello che mobilita maggiormente partiti politici, associazioni e Chiesa, come è avvenuto il 26 agosto scorso. Poi vengono presi in considerazione alcuni elementi economici, tra i quali la disoccupazione e la povertà, che destano le maggiori preoccupazioni. Infine vengono osservate alcune trasformazioni sociali in atto. Le Filippine appaiono più sviluppate di trent’anni fa alla morte di Marcos, ma con gli stessi comportamenti politici e sociali che paralizzano la popolazione nel suo desiderio di cambiamento. I prossimi anni diranno se la forte mobilitazione attuale contro la corruzione sarà stata solo un momento di indignazione o l’inizio di una trasformazione.

Acquista il Quaderno