L’AVARIZIA, IL TENTATIVO ILLUSORIO DI POSSEDERE LA VITA

Quaderno 3841

pag. 3

Anno 2010

Volume III

La riflessione di ogni tempo ha riconosciuto il fascino che il denaro riveste a tutti i livelli, al punto da poter essere considerato, come notava Péguy, l’unica alternativa veramente atea a Dio. Nell’articolo se ne presentano le caratteristiche fondamentali, che lo rendono un vizio essenzialmente spirituale, il tentativo di rassicurare dalla paura dell’incertezza, mostrando nello stesso tempo la pericolosità e la vanità di una tale proposta. Si tratta invece di imparare a donare ciò che si è ricevuto, perché altri possano vivere bene: soltanto donando infatti è possibile uscire dalla solitudine infernale in cui si rinchiude l’avaro.

Acquista il Quaderno