L’ARABIA SAUDITA FRA TRADIZIONALISMO E WAHHABITA E MODERNIZZAZIONE

Quaderno 3760

pag. 324 - 337

Anno 2007

Volume I

Tra i Paesi islamici, l’Arabia Saudita è senz’altro quello in cui il rapporto tra religione e potere politico è più stretto e carico di riferimenti simbolici. Tra i Paesi arabi è certamente quello più ricco e potente, e occupa un posto di primo piano nello scenario energetico mondiale. L’élite saudita per lunghi anni ha messo a disposizione del fondamentalismo islamico internazionale ingenti capitali. Eppure, per i fondamentalisti islamici la dinastia saudita rappresenta uno scandalo dal punto di vista politico-religioso: da un lato, essa si definisce «custode dei luoghi santi», che è il ruolo religioso più prestigioso dell’islàm sunnita, dall’altra si presenta come uno dei più fedeli alleati degli Stati Uniti nella lotta contro gli Stati islamici «canaglia».

Acquista il Quaderno