L’AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA NEL 2000

Quaderno 3616

pag. 406

Anno 2001

Volume I

Lo scorso 12 gennaio il Procuratore Generale presso la Corte di Cassazione ha inaugurato l’anno giudiziario. Anche se c’è stata una riduzione dei delitti, rimane alto il numero di quelli i cui autori restano ignoti: l’86,95%; percentuale che sale al 96,12% nel caso dei furti, molti dei quali però ormai non vengono neppure denunciati. Il Procuratore ha anche segnalato l’aumento dell’immigrazione clandestina, che ha fatto salire al 28% della popolazione carceraria i detenuti extracomunitari. In tema di giustizia civile, rimane negativo il giudizio sulle modifiche al processo civile, mentre è positiva la valutazione dell’operato dei giudici di pace. Da parte nostra notiamo che, fra l’altro, rimangono aperti i problemi della valutazione della produttività dei singoli magistrati, dell’applicazione dell’obbligatorietà dell’azione penale e del mancato «atto di clemenza» chiesto dal Papa in occasione del Giubileo.

Acquista il Quaderno