LA SUSSIDIARIETÀ: DA PRINCIPIO A PRASSI

Quaderno 3878

pag. 114

Anno 2012

Volume I

Sono trascorsi undici anni (2001) da quando, con la revisione del Titolo V della Costituzione, il principio di sussidiarietà è «ufficialmente» entrato tra i princìpi costituzionali, privilegiando le forme di governo più vicine alla vita dei cittadini. Tuttavia il legislatore e la giurisprudenza sembrano credere meno nel principio rispetto ai Comuni e ai Quartieri dove, grazie alla sussidiarietà, sta «fiorendo» un nuovo modo di fare politica grazie a iniziative concrete, che l’articolo richiama. Lo scopo del principio, come ricorda la dottrina sociale della Chiesa, è di permettere non solamente che i cittadini rivitalizzino i corpi intermedi (famiglia, confessioni religiose, associazioni ecc.), ma che diventino protagonisti dello sviluppo e del governo del loro territorio.

Acquista il Quaderno