LA SERBIA DOPO LA MORTE DI SLOBODAN MILOSEVIC

Quaderno 3741

pag. 289

Anno 2006

Volume II

L’ex premier iugoslavo, e poi presidente della Serbia, S. Miloševic, da quattro anni sottoposto a processo presso il Tribunale Internazionale dell’Aia per crimini contro l’umanità, è morto in carcere l’11 marzo scorso. Con la dissoluzione della ex Iugoslavia si era aperto fra le nuove Repubbliche un periodo di violenti conflitti, nei quali Miloševic cercava di ottenere i maggiori vantaggi territoriali per l’etnia serba, ma provocando insieme anche gravi danni economici. Nel 2001, con l’insediamento del nuovo Governo di V. Kostunica, è iniziata la ripresa, anche se all’orizzonte si profilano ombre per la paventata indipendenza del Montenegro e del Kosovo e per il timore di un prevalere del Partito Radicale nazionalista.

Acquista il Quaderno