LA RUSSIA DI PUTIN: RILANCIO O DECLINO?

Quaderno 3886

pag. 401 - 410

Anno 2012

Volume II

La Federazione Russa presenta fattori di forza e di debolezza strutturali, che potrebbero minarne le ambizioni di grande attore internazionale.

Lo scorso 7 maggio è iniziato il terzo mandato presidenziale per Vladimir Putin, dopo l’interregno di quattro anni di Dmitri Medvedev, che non è riuscito a modernizzare il Paese dal punto di vista politico ed economico. Dallo scorso dicembre, però, decine di migliaia di russi contestano pubblicamente Putin e il suo sistema di potere. Inizia una stagione riformista o di maggiore autoritarismo? Ma se le classi popolari si ribellassero, si potrebbe aprire una fase «rivoluzionaria».

Nel frattempo Mosca, nell’arena internazionale, sta contestando vivacemente lo scudo antimissilistico della Nato in Europa e il tentativo di abbattere il regime siriano.

Acquista il Quaderno

Il «martirio» di Aleppo

ABSTRACT — Alla fine Aleppo est, dopo mesi di micidiali bombardamenti e dopo aver vissuto un difficile assedio, pare sia stata interamente riconquistata dai «governativi». Assad ha a questo punto mano libera nei confronti dei ribelli, i «terroristi» che, come...