LA RASSEGNATA DISPERAZIONE DI ANTON P. CECHOV

Quaderno 3685

pag. 26

Anno 2004

Volume I

A un secolo dalla morte, Cechov è universalmente ritenuto un autore classico, una delle presenze più significative della letteratura mondiale. I suoi racconti e il suo teatro ritraggono perfettamente aspetti che caratterizzano la Russia di fine Ottocento, ma che sono anche elementi costitutivi della natura umana. L’articolo analizza la sua opera mettendone in evidenza l’anima che la ispira, le angosce che l’attraversano, la «rassegnata disperazione» che la permea. Agnostico, assetato di verità, ha avvertito che, senza Dio, la vita è vuota di senso.

Acquista il Quaderno