LA LUSSURIA, UNA RICERCA MALATA DELL’ASSOLUTO

Quaderno 3836

pag. 128

Anno 2010

Volume II

17 aprile 2010

Analizzando le modalità proprie della lussuria, l’articolo intende contestare la sua apparente immagine di vizio meramente carnale, e dunque anche la visione puramente biologica della sessualità umana. La lussuria presenta infatti caratteristiche prettamente culturali e spirituali: come recita il titolo, si tratta di una ricerca simbolica, spesso angosciante, dell’Assoluto, in cui si mostra una sofferta nostalgia di pienezza, da ascoltare e interpretare. La sessualità vissuta all’interno di una relazione capace di esprimere più tenerezza affettuosa che erotismo sfrenato consente di ritornare sulle ferite del passato e di rimarginarle: la via della guarigione, come la tenerezza, è sempre possibile per chi la cerca con sincerità, disposto a sottomettersi alle sue leggi.

Acquista il Quaderno