LA GIUSTIZIA RIPARATIVA. VERSO UNA NUOVA IDEA DELLA PENA

Quaderno 3849

pag. 213

Anno 2010

Volume IV

La via della «giustizia riparativa o riconciliativa» è considerata dalla dottrina penalistica la migliore integrazione dei modelli di «giustizia retributiva» e «giustizia riabilitativa», oggi in crisi. Questo modello permette sia di offrire alle vittime un ruolo attivo, sia di restituire alla società la responsabilità di rieducare. La svolta consisterebbe nell’introdurre pene non detentive e nel permettere alla giustizia tradizionale di occuparsi dei reati gravi; ciò snellirebbe i costi della giustizia e accelererebbe i tempi dei processi, come accade nel processo minorile e nel processo davanti al giudice di pace. I risultati della sua applicazione in altri Paesi sono sorprendenti: mostrano la possibilità concreta di rieducare e una nuova forma di civiltà giuridica.

Acquista il Quaderno

Le vittime dei reati e il loro dolore

Le vittime dei reati sono i grandi assenti dell’Ordinamento. Anche quando vengono risarcite dallo Stato, il loro dolore non cessa e si sedimenta nella memoria della società. Esistono però gesti compiuti da loro o dalle loro famiglie che stanno fecondando...