LA FILOSOFIA IN DIALOGO CON LA TEOLOGIA IN ITALIA

Quaderno 3751

pag. 34

Anno 2006

Volume IV

L’articolo presenta una panoramica di opinioni di filosofi italiani contemporanei sulla millenaria questione del rapporto tra ragione e fede. Secondo M. Cacciari, filosofia e teologia si «ri-guardano», cioè si confrontano, su problemi di comune interesse, ma senza separazioni e senza conciliazioni. S. Natoli parla di neo-paganesimo, cioè di un cristianesimo ormai superato dalla modernità, salvando però un’«etica del finito» con il richiamo alla carità verso il prossimo. La considerazione del nulla e del male nella storia conduce G. Vattimo a parlare di «indebolimento dell’essere». Alla radice del male e del nulla L. Pareyson pone la libertà; E. Severino, all’opposto, una ineluttabile necessità. L’Autore è direttore dell’Istituto filosofico Aloisianum di Padova.

Acquista il Quaderno