LA COABITAZIONE NEL MEDITERRANEO TRA CRISTIANI, MUSULMANI E EBREI

Quaderno 3642

pag. 555

Anno 2002

Volume I

L’articolo, utilizzando la categoria storico-interpretativa di «coabitazione mediterranea», percorre la storia di questo secolare «sistema di convivenze» interculturali e interreligiose che si sviluppò tra musulmani, cristiani ed ebrei, intorno al bacino del Mediterraneo. Nella sponda sud si strutturò attorno al sistema dei millet, attraverso il quale si cercò di organizzare una convivenza pacifica tra sudditi (ottomani) appartenenti a religioni diverse. Nella sponda nord, invece, dopo la cacciata degli arabi dalla Spagna nel 1492, soltanto l’ebreo ha convissuto, seppure in condizioni di inferiorità, accanto al cristiano. In questi ultimi decenni, dopo la crisi della prima guerra mondiale, la coabitazione è ripresa sulla sponda nord e questa volta si presenta con caratteristiche nuove, più complesse che nel passato.

Acquista il Quaderno