IL VIAGGIO DI PAPA FRANCESCO NELLA REPUBBLICA DI COREA

Custodia, empatia, consolazione

Quaderno 3941

pag. 403 - 418

Anno 2014

Volume III

06.09.2014

Dal 14 al 18 agosto scorso papa Francesco si è recato nella Repubblica di Corea in occasione della VI Giornata della Gioventù Asiatica. Il viaggio è stato ricco di eventi e di incontri.

L’articolo spiega perché Papa Francesco, per entrare per la prima volta nel continente asiatico, abbia scelto la Corea come «porta», e illustra le numerose frontiere reali e simboliche che il Paese incarna. Il viaggio del Papa ha messo in luce il rischio che modelli sociali improntati a trionfalismo, benessere e distanza costituiscono per la vita della Chiesa locale. Quindi ha confermato un approccio diplomatico originale, parlando della divisione della penisola coreana e tendendo una mano ai Paesi, come la Cina, con i quali la Santa Sede non ha ancora una relazione piena. Parlando di evangelizzazione, il Papa ha chiesto di fare un passo avanti rispetto al dialogo, e ha indicato l’«empatia» come atteggiamento fondamentale che porta a cogliere la comunicazione non detta delle speranze, delle aspirazioni, delle difficoltà e di ciò che sta più a cuore alle persone.

Acquista il Quaderno

Corea del Nord e crisi nucleare

ABSTRACT – È da mesi ormai che l’opinione pubblica mondiale vive nella paura di un possibile conflitto nucleare: paura amplificata sia dai media, sia dalle continue minacce di guerra lanciate dai due protagonisti della vicenda, e cioè il Presidente degli...

Presente e futuro della Corea

ABSTRACT – La missione della Chiesa in Corea; il significato remoto e prossimo dell’escalation di tensione che ha al centro la Corea del Nord; la necessità che tra Santa Sede e Cina cresca una nuova fiducia reciproca dopo le epoche...