IL VATICANO, I CATTOLICI E LA COSTITUZIONE REPUBBLICANA DEL 1946

Quaderno 3990

pag. 449 - 458

Anno 2016

Il tema della riforma costituzionale e la ricorrenza del settantesimo anniversario del referendum istituzionale e dei lavori dell’Assemblea Costituente del 1946 ci danno l’occasione di rivedere alcuni importanti passaggi della storia politica e religiosa nazionale.

Dalla documentazione di parte ecclesiastica risulta che la Santa Sede influì non poco attraverso i costituenti cattolici sulla redazione della Costituzione, contribuendo a moderare e a smussare, anche su alcune importanti questioni di ordine sociale, il «tono radicale» che le forze politiche di destra o di sinistra intendevano dare ad esse.

Ma questa modalità di rapporto tra Stato e Chiesa è ormai definitivamente tramontata: ne è prova la Chiesa di Papa Francesco.

Acquista il Quaderno

La riforma della Costituzione

Il 12 aprile scorso è stata votata a Montecitorio la riforma costituzionale, che istituisce un Senato delle autonomie composto da 100 senatori, riduce i tempi per approvare le leggi, abolisce il Cnel e riordina le competenze tra Stato e Regioni....