IL RITORNO DI C. S. LEWIS

Quaderno 3694

pag. 334

Anno 2004

Volume II

Quando nel 1942 Lewis pubblicò The Screwtape Letters (Le lettere di Berlicche) la sua notorietà s’impose universalmente. Sull’onda del successo delle Lettere, in Italia furono tradotti altri suoi libri, ma l’interesse per la sua opera, nei decenni successivi, accusò una certa stanchezza se non l’oblio. Il suo ritorno si deve alla pubblicazione — in corso — della sua opera omnia, intrapresa dalla Jaca Book. Lewis si conferma scrittore robusto, originale, colto, da collocare accanto a Chersterton e Tolkien. L’articolo, dopo un abbozzo biografico, ne presenta la personalità di narratore e di pensatore cogliendola dalle sue opere più rappresentative. Lewis è un apologeta convincente e un letterato di vasta cultura.

Acquista il Quaderno