IL MAGISTRATO ROSARIO LIVATINO

Quaderno 3874

pag. 361

Anno 2011

Volume IV

Il 21 settembre 1990 il giudice Rosario Livatino, alla soglia dei 38 anni, veniva barbaramente assassinato dalla mafia. Quest’anno ne è stato avviato il processo di beatificazione. Per Rosario Livatino è sempre stata una questione di fede: in Dio, nel diritto, nella giustizia. Questo giovane magistrato rappresenta un esempio di una profonda compenetrazione tra il proprio credo religioso e le solide convinzioni in tema di diritto e amministrazione della giustizia. Un luminoso esempio sia per i magistrati, che svolgono una professione così importante e pregna di tante implicazioni, sia per ogni credente, chiamato ad adempiere al proprio dovere nel quotidiano.

Acquista il Quaderno