IL IV CENTENARIO DELL’ARRIVO A PECHINO DEL PADRE MATTEO RICCI S.I. (1601-2001)

Quaderno 3636

pag. 589

Anno 2001

Volume IV

Nello scorso mese di ottobre si sono svolti due importanti Convegni internazionali di studio, uno a Pechino, e l’altro a Roma presso l’Università Gregoriana, per celebrare il quarto centenario dell’arrivo a Pechino di padre Matteo Ricci, eminente missionario gesuita e scienziato, «pioniere» dell’incontro culturale tra la Cina e l’Europa, tra l’Occidente e l’Oriente. I lavori del Convegno romano sono iniziati con l’annuncio e la lettura di uno speciale Messaggio che Giovanni Paolo II ha scritto, in occasione di tale centenario, indirizzandolo, attraverso i convegnisti, a tutto il popolo cinese e ai suoi governanti. Le parole del Santo Padre hanno avuto una gradevole eco e hanno suscitato forte impressione soprattutto per la sua richiesta di perdono alla Cina e per l’auspicio esplicito circa «l’apertura di uno spazio di dialogo con le Autorità della Repubblica Popolare Cinese».

Acquista il Quaderno

Letterati confuciani e primi gesuiti in Cina

Il gesuita Matteo Ricci (1552–1610) rappresenta un punto di svolta nella conoscenza della Cina e del dialogo interreligioso. Uno dei concetti base per poter portare avanti la sua missione fu quello dell’amicizia, tanto da pubblicare nel 1601 a Pechino un...