IL GOVERNO DI «IMPEGNO NAZIONALE»

Quaderno 3875

pag. 494

Anno 2011

Volume IV

La cronaca si apre con l’elenco dei nuovi componenti del Governo presieduto da Mario Monti. La «svolta» nell’attività del Governo presieduto dall’on. Silvio Berlusconi è avvenuta lo scorso 8 novembre, quando nella votazione del disegno di legge sulla stabilità il Governo ha perso la maggioranza assoluta, determinando la decisione del Presidente del Consiglio di dimettersi. Ricevuto l’incarico di formare il nuovo Governo, il sen. Monti ha presentato il programma al Senato il 17 novembre, ricevendo la fiducia con 281 sì e 25 no (provenienti dalla Lega); alla Camera il 18 novembre i sì sono stati 556 e i no 61 (59 della Lega). Ora l’apparente debolezza (per l’assenza di «politici» nella compagine ministeriale) è, di fatto, la sua forza, perché se qualche partito dovesse provocare la caduta del Governo, in un momento di emergenza come quello che viviamo, ne pagherebbe un alto prezzo al momento delle elezioni.

Acquista il Quaderno