IL G8 DELL?AQUILA. UN PICCOLO PASSO AVANTI NELLA «GOVERNANCE» MONDIALE

Quaderno 3826

pag. 431

Anno 2009

Volume IV

Lo svolgimento vicino ai terremotati abruzzesi, la buona organizzazione italiana e la «geometria variabile» hanno contraddistinto il recente vertice dei capi di Stato e di Governo del G8 (8-10 luglio). È subito passato a G14 e poi a G40. La presidenza di turno italiana ha infatti assunto come criterio «l’argomento in agenda decide il formato e non viceversa». La cronaca riporta gli impegni assunti dai Grandi sulla crisi economico-finanziaria, il clima, l’Africa e l’Iran. La pubblicazione contemporanea dell’enciclica sociale Caritas in veritate ha incoraggiato i principali leader mondiali a mettere al centro la dimensione etica nella politica internazionale. Dalla nuova leadership statunitense si attende il maggiore impegno per trasformare il G8 in un forum più rappresentativo, che tenga conto efficacemente delle esigenze dei Paesi poveri.

Acquista il Quaderno