IL DIFENSORE CIVICO: UNA RIFORMA INCOMPIUTA

Quaderno 3718

pag. 355

Anno 2005

Volume II

La figura del difensore civico — garante dei diritti del cittadino contro gli abusi della Pubblica Amministrazione — era già presente nell’ordinamento giuridico tardo-romano (il defensor civitatis) e oggi è riconosciuto sotto diverse forme in molti Paesi (l’Ombudsman) e anche dall’Unione Europea (il Mediatore). In Italia è consentita la nomina del difensore civico a livello locale, ma di fatto è stato istituito da un numero limitato di Comuni, di Province e di Regioni. Manca ancora una legge quadro che istituisca tale figura a livello nazionale: si auspica l’approvazione di una proposta di legge in proposito, giacente in Parlamento.

Acquista il Quaderno