IL BEATO LUIGI GUANELLA

Quaderno 3678

pag. 467

Anno 2003

Volume III

Di don Guanella, «Garibaldi della Carità», come lo definì Pio XI, si conoscono abbastanza le opere, ma poco le ricchezze spirituali e psicopedagogiche. L’articolo cerca di esplorare questi aspetti e indugia sul ventennio dei travagli interiori, con le oscillazioni nel discernere la sua missione e le persecuzioni sia liberal-massoniche, sia ecclesiastiche. Ma alla fine Dio ha la meglio e il granello di senapa ben presto fiorisce in grande albero, che oggi sostiene e valorizza circa 100.000 persone guanellianamente viste come «diversamente abili» anziché disabili. Una provocazione che nel 2003, anno europeo dedicato a queste persone e centenario delle fondazioni guanelliane a Roma significa riprendere la profezia della fragilità che sfida il tempo e rinnovare le meraviglie della carità evangelica.

Acquista il Quaderno