I MONACI DI TIBHIRINE SUL GRANDE SCHERMO

Quaderno 3850

pag. 371

Anno 2010

Volume IV

Vincitore del premio speciale della giuria al festival di Cannes 2010 e coronato in Francia da uno straordinario successo di pubblico, esce anche in Italia il film Uomini di Dio, di Xavier Beauvois (titolo originale Des hommes et des dieux) dedicato al sacrificio dei sette monaci trappisti rapiti dal monastero di Tibhirine in Algeria e poi uccisi nel 1996 durante il conflitto che opponeva lo Stato algerino alla guerriglia islamista. Opera di elevata fattura, tanto sul piano dei contenuti quanto su quello della realizzazione artistica, il film merita di essere visto e diffuso. In un mondo dilaniato da tanti conflitti, esso propone un messaggio di pace che scaturisce dalla perenne vitalità del Vangelo.

Acquista il Quaderno

Il dramma sacro «Signum in montibus»

ABSTRACT — È significativo che a 21 anni dal brutale martirio dei sette monaci cistercensi a Tibhirine, nel sud dell’Algeria, la loro memoria sia così viva da inserirsi definitivamente nell’esperienza centrale dei martiri del secolo scorso e del presente. Essa...