GLI OSPEDALI PSICHIATRICI GIUDIZIARI

Quaderno 3743

pag. 437

Anno 2006

Volume II

3 giugno 2006

L’articolo affronta il problema degli ospedali per il trattamento di detenuti con problemi psichiatrici. La soppressione dei manicomi ordinari nel 1978 ha lasciato, a questo proposito, un vuoto legislativo. Si auspica pertanto una riforma degli ospedali psichiatrici giudiziari che, attraverso la collaborazione tra magistratura e autorità sanitaria, possa conciliare l’esigenza della sicurezza di fronte alla pericolosità sociale connessa alla patologia mentale e il diritto di cura e di tutela per i malati psichici. Si tratta di superare una delle lacune della legge 180, la quale correttamente ha trasformato la legislazione psichiatrica da custodialistica e coercitiva in terapeutico-riabilitativa, ma di fatto ha affidato alle famiglie la gestione delle conseguenze, spesso lasciandole sole. L’Autore studia Teologia morale all’Università Comillas (Madrid).

Acquista il Quaderno