GERTRUD VON LE FORT. UN ITINERARIO ALLA CHIESA

Quaderno 3783

pag. 224

Anno 2008

Volume I

L’articolo ripropone all’attenzione dei molti che guardano alla Chiesa soltanto come gruppo sociale le Hymnen an die Kirche di Gertrud von Le Fort (1876-1971), nelle quali è delineato il vero volto della Chiesa, la Chiesa come Corpo di Cristo, luogo del Vangelo e della fraternità. L’anima che parla nelle Hymnen è un’anima che vuole evadere dal travaglio delle «sabbie del Nulla» e «quietare la sua speranza». Il centro dell’opera è l’uomo, colto nella sua individualità dolorosa; è l’uomo della solitudine, della finitudine, del dolore, che ha perduto con la fiducia nella ragione la saldezza del suo orizzonte esistenziale. Ma quest’uomo non agisce né come un soggetto debole e totalmente demotivato, né come pregiudizialmente chiuso ai valori della fede. D’altro canto, l’apertura agli altri, l’amore e la fedeltà incondizionata sono possibili soltanto perché implicano l’invocazione a un Tu assoluto.

Acquista il Quaderno