FRANZ LISZT E LA MUSICA DELL’AVVENIRE

Quaderno 3904

pag. 360

Anno 2013

Volume I

Passato alla storia come il Paganini del pianoforte, Franz Liszt non è considerato concordemente sullo stesso piano dei grandi compositori, pur avendo visitato con successo tutti i generi musicali; ma lo studio della sua sterminata produzione prosegue e se ne colgono sempre meglio particolari sorprendenti, che lo fanno sentire attuale, aperto a esperienze innovative, con l’aggiunta di un vivo interesse per i contenuti religiosi e sacri.

Acquista il Quaderno