EDWARD HOPPER. IL PITTORE DI UN MONDO IN INCUBAZIONE

Quaderno 3702

pag. 475

Anno 2004

Volume III

Dal 27 maggio 2004 al 9 gennaio 2005 è in corso in Europa, prima presso la Tate Modern di Londra e poi presso il Ludwig Museum di Colonia, una grande retrospettiva sul pittore statunitense Edward Hopper (1882-1967). L’articolo, presentando lo sviluppo della produzione dell’artista e, illustrandone le opere principali, propone una valutazione critica che si distacca dalla diffusa opinione che lo considera come il pittore della solitudine esistenziale e della depressione economica e sociale. In realtà il cuore pulsante dell’ispirazione di Hopper è uno sguardo di profonda e assorta aspettativa, un raggio di speranza nella dura realtà del quotidiano.

Acquista il Quaderno