DON ZENO E NOMADELFIA: LA GENIALITÀ DELL’AMORE

Quaderno 3751

pag. 45

Anno 2006

Volume IV

Nel 25° della morte, varie sono state le iniziative per commemorare don Zeno Saltini. L’articolo ricostruisce la singolare personalità e la rivoluzionaria opera del fondatore di Nomadelfia. Questa realtà infatti, della grazia a caro prezzo, osò essere alla lettera — nomos (legge) e adelphos (fratello) — una città dove vivere oggi l’utopia concreta del Regno incominciata da Gesù con i suoi e diffusasi poi nelle comunità descritte negli Atti degli Apostoli. Una città dove — bandita la proprietà privata, il denaro, gli onori e le punizioni — trovano casa quanti sono disposti a condividere fraternamente tutto: gioie e dolori, speranze e delusioni, figli e lavoro.

Acquista il Quaderno