DIRITTO BIBLICO E DEMOCRAZIA OCCIDENTALE

Quaderno 3685

pag. 12

Anno 2004

Volume I

L’articolo illustra la tesi che, alle origini del diritto occidentale e in particolare del concetto di democrazia, ci sono radici bibliche insieme a radici greco-romane e germaniche. Nel sec. XI Gregorio VII enunciò per la prima volta l’idea di «Stato di diritto», attingendo dal diritto romano la distinzione tra la persona del sovrano e la sua funzione (che invece era ignota al diritto germanico). A partire dalla riforma gregoriana si imporranno via via in Occidente i princìpi giuridici biblici: la dignità umana, la libertà, la legalità, il consenso popolare, l’uguaglianza di tutti davanti alla legge, la responsabilità personale. L’Autore — professore al Pontificio Istituto Biblico (Roma) — conclude che la culla della democrazia occidentale non è soltanto ad Atene, ma anche nell’antica Gerusalemme.

Acquista il Quaderno