CONOSCENZA E INTERPRETAZIONE. COME EVITARE IL RISCHIO DEL RELATIVISMO

Quaderno 3885

pag. 257

Anno 2012

Volume II

5 maggio 2012

In questo articolo l’Autore si propone di riflettere innanzitutto sulla dimensione ermeneutica che caratterizza sempre il rapporto tra l’uomo e il mondo; in secondo luogo, cerca di suggerire una modalità di fondazione, in termini logici, della possibilità dell’interpretazione; infine, vuole indicare i passaggi che una teoria dell’interpretazione è chiamata a sostenere nella sua applicazione ai discorsi orali e ai testi scritti. In appendice, fa notare che questo approccio all’interpretazione come modalità del comunicare trova fondamento anche nelle neuroscienze, con riferimento alla scoperta dei neuroni specchio. L’Autore è direttore dell’Istituto filosofico «Aloisianum» di Padova.

Acquista il Quaderno