BENEDETTO XV E LA NASCITA DEL PARTITO POPOLARE ITALIANO

Quaderno 3649

pag. 22

Anno 2002

Volume III

6 luglio 2002

Da molti storici Benedetto XV, di cui quest’anno ricorre l’ottantesimo anniversario della morte, è considerato «il Papa sconosciuto», eppure durante la grande guerra fu la sola voce libera che denunciò «l’inutile strage» in atto tra popoli cristiani. Egli fece uscire la Chiesa dalle secche della crisi modernista, difese con forza, spesso davanti all’arroganza degli Stati, i diritti umani e le ragioni della pace equa, ebbe fiducia nell’autorità dello Stato democratico e incoraggiò la formazione di partiti politici di ispirazione cristiana. Nell’articolo si esamina il ruolo svolto da Benedetto XV nella creazione del Partito Popolare Italiano: aspetto tra i meno conosciuti del suo pontificato, ma tra i più significativi, per aver contribuito al consolidamento della democrazia in Italia.

Acquista il Quaderno

Il Centenario del Pontificio Istituto Orientale (1917-2017)

ABSTRACT – L’anno 1917 è rimasto nella storia come una macchia di colore rosso: in effetti di sangue in quell’anno ne è scorso in abbondanza. Si possono ricordare però anche oasi di speranza, non solo per quel tempo, ma anche...