ATTIVITÀ LAVORATIVA E PREGHIERA

Quaderno 3872

pag. 141

Anno 2011

Volume IV

L’articolo prende in esame un punto particolarmente delicato della vita spirituale: come inserire la preghiera nella vita di lavoro oggi. Rilevate le differenze esistenti tra l’attuale civiltà tecnologica e il tempo passato, mette l’accento sul culto spirituale, fondato sulla grazia e sulle virtù teologali, che costituisce la prima e più importante preghiera. Inserito in esso, il lavoro partecipa della sua santità. Raccomanda tuttavia l’esercizio, anche quotidiano, della preghiera formale, la cui totale assenza comprometterebbe in vario modo lo stesso essenziale culto spirituale.

Acquista il Quaderno