AIDS: LA MAGGIORE MINACCIA PER L’AFRICA DAI TEMPI DEL TRAFFICO DEGLI SCHIAVI

Quaderno 3741

pag. 261

Anno 2006

Volume II

6 maggio 2006

Dietro le statistiche sull’Aids in Africa ci sono sofferenze indicibili. Il virus Hiv assume poi una particolare forza quando rischia di diffondere la vergogna e il marchio d’infamia: ciò spinge molti a negare il suo impatto nelle loro vite. Il risultato è una dannosa separazione: i puri dagli impuri. La Chiesa non affronta la pandemia dell’Hiv semplicemente come «un problema da risolvere», ma piuttosto ascolta il Signore che dice: «Io sono venuto perché abbiano la vita, e l’abbiano in abbondanza». Ciò significa anche affermare la dignità delle persone e formare la loro moralità, avendo il coraggio di dire «no» a se stessi in nome del «sì» alla vita.

Acquista il Quaderno