AFGHANISTAN TRA ISLAMISMO E DEMOCRAZIA

Quaderno 3763

pag. 3

Anno 2007

Volume II

Il dibattito politico sul rifinanziamento da parte dell’Italia della missione militate Isaf ha riportato all’attenzione dell’opinione pubblica il delicato problema della situazione afghana. Lo scopo di tale missione, autorizzata dall’Onu e affidata alla Nato, consisterebbe, secondo i responsabili, nel fare in modo che il processo democratico, già avviato attraverso libere elezioni e la formazione di un Parlamento, non venga soffocato né dalle fazioni ad esso avverse, né, soprattutto, dalla guerriglia fondamentalista delle frange talebane. Viene così ripercorsa la storia più recente dell’Afghanistan, fatta di lotte intestine e rivoluzioni improntate al jihad, per capire meglio in quale terreno storico vive la giovane e fragile democrazia afghana.

Acquista il Quaderno